Cos’è lo yoga in gravidanza? 

Lo yoga è una disciplina antichissima molto diffusa in oriente, mentre in occidente è ancora praticato da un numero ristretto di persone; è un lavoro che si basa sulla conoscenza e l’ascolto del proprio corpo e proprio per queste sue caratteristiche è adatto ad essere praticato in gravidanza e presenta molti vantaggi sia per la mamma che per il piccolo.

Durate i nove mesi la donna si trova ad affrontare molti cambiamenti che possono portare stress psicofisico, ed è quindi essenziale cercare di mitigare quanto più possibile l’ansia e lo stress in modo da avere una gestazione serena.

I vantaggi della Yoga Therapy in gravidanza: 

Per la futura mamma…

Durante la gravidanza la pratica yogica è costruita in modo che le posizioni (asana) allevino i fastidi tipici come gonfiore, crampi, vene varicose, nausea, per mobilitare le schiena ed alleviarne i dolori.

Il bacino della mamma si allarga in modo delicato e naturale, preparandolo per il parto; infatti una particolare attenzione è dedicata al lavoro sull’apertura delle anche ed alla mobilità del bacino.

Con lo yoga si migliora la flessibilità, la circolazione sanguigna e si abitua il corpo e la mente a rilassarsi, accrescendo la consapevolezza ed il controllo di se stessi, capacità molto importanti anche nella vita quotidiana e  rende più facile accogliere, accettare e superare con tranquillità le fasi di una gravidanza ed i cambiamenti della vita.

Il controllo del respiro (pranayama) allevia le tensioni sia fisiche che emotive durante la gravidanza,  aumenta la resistenza al dolore durante il parto,  fornisce un regolare apporto di ossigeno ai tessuti ed al bambino.

Con lo yoga si esercita anche la forza e la resistenza fisica e psichica, ottimo  supporto per l’esperienza intensa e potente di genitore.

Lo yoga può essere praticato fin dall’inizio della gravidanza da solo o come completamento del corso pre parto.

Per il nascituro…

Le diverse posizioni aiutano il bambino a trovare con delicatezza la posizione per la nascita all’interno dell’utero materno.

Solitamente il feto dorme durante la pratica, gode dei benefici del movimento e si risveglia durante il rilassamento: quale momento migliore per ascoltare la vita!

 

Quanto Yoga? 

La pratica costante, una o due volte a settimana, rende più flessibili e migliora l’equilibrio nel corpo e dà nuova energia.

Per aiutare la donna ad entrare nelle asana senza fatica ed in modo corretto  vengono usati supporti quali cuscini, mattoncini e sedie.

Ogni pratica viene conclusa con 10 minuti di “restorative yoga” e rilassamento finale.

In caso di particolari disturbi o necessità della donna la pratica viene personalizzata.

Si comincia così un percorso che può essere proseguito anche dopo la nascita del bambino, per recuperare presto il proprio benessere fisico, dedicarsi un po’ di prezioso tempo e proseguire poi questa meravigliosa pratica per tutta la vita.

Barbara Gruich: 

Ha studiato a NYC conseguendo il diploma di Yoga Therapist, insegna yoga a Milano;Ha accompagnato numerose donne nella pratica durante la dolce attesa fino al momento del parto. Collabora con Psight ed è a vostra disposizione per chiarimenti e corsi:

all’indirizzo email yoga@barbaragruich.it

e seguire la sua pagina facebook Barbara Yoga

 

Potete incontrarla da Psight per l’evento dedicato alla Yoga Therapy in gravidanza il 12 maggio ore 11:00 presso il centro “Un modo di essere” (via burlamacchi 11, Milano) MPortaromana.

Ecco il link all’evento:  Evento Facebook

Per iscrizioni, inviare una email a info@psight.it

Se avete domande in merito a questo particolare periodo della gravidanza o ad altri temi, contattateci pure.

La porta è aperta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *