Lunedì 21 Maggio a Milano, si è tenuto il Meeting dell’Osservatorio ADR: Audaci e Visionari.

Come di consueto per gli appuntamenti di ADR il motore trainante della giornata è stato il concetto di innovazione e la sua trasposizione in vari ambiti, seguendo il tema “la mediazione che funziona”.

Ve ne parliamo perché Psight è stato presentato tra i progetti innovativi che fanno bene al sociale e siamo orgogliosi di aver preso parte ad un tavolo di lavoro organizzato dall’Osservatorio ADR, patrocinato dalla Regione Lombardia e con personaggi di rilievo nazionale.

Tra i vari interventi citiamo alcuni punti utili a chiarire dove si sta spingendo l’Osservatorio ADR di cui condividiamo la spinta:

L’intervento di Giammario Battaglia ha introdotto il tema della necessaria evoluzione dell’attuale sistema capitalistico in un sistema più solidale, più aperto, più connesso ed interconnesso. L’osservatorio ADR è stato costituito 5 anni fa per sviluppare il tema di innovazione sociale, riunendo persone ed imprenditori con core business differenti, con base comune la mediazione, come ruolo di innovazione importante. Si sono così alternate personalità del mondo digitale, legale, economico e dell’architettura.

Si è parlato di nuove tecnologie, di intelligenza artificiale, di blockchain applicate al settore della Giustizia e della realizzazione di SingularityAdrCoin. Un sistema di pagamento che può permettere nuovi slanci, soprattutto con l’aiuto del microcredito.

Ora senza volerci dilungare nei dettagli che potrete trovare nella registrazione completa ad opera di Radio Radicale (link alla pagina di Radio Radicale ), riportiamo dei concetti che ci sono piaciuti e vogliamo non restino solo ai partecipanti al convegno.

Il primo è il seguente: “La lampadina, non è nata migliorando continuamente la candela. Migliorare la luce, migliorando la candela sarebbe stato infattibile.” Gianmario Battaglia ha ripreso questo concetto di Pietro Formica, docente Universitario di più atenei di prestigio, per far comprendere che per migliorare l’economia bisogna creare un sistema economico diverso dall’attuale. Questa idea è declinabile in vari ambiti e situazioni in cui vale la pena cambiare le premesse prima di costruire il resto.

L’imprenditore e le sfide sociali (e deontologiche):

Un altro intervento magistrale sugli “Audaci e Visionari” è stato tenuto dal Prof. Alberto De Santis e da Ivan Giordano che ha ricordato le difficoltà dell’imprenditore, la sua solitudine nel portare avanti le idee che sono intuizioni a beneficio della comunità.

Il Professor Raymond Smilor, nel suo messaggio video, fa riferimento all’imprenditore come colui che non crea solo un business, posti di lavoro o ricchezza. Crea comunità sicure, che diano benessere ai cittadini.

Citando testualmente “Mi ricolgo al vostro importante lavoro di oggi. Voi state promuovendo un’economia e una società che premia la creatività e l’immaginazione, promuovete gli imprenditori che inventeranno nuove idee e nuovi modi per creare opportunità per tutti i cittadini italiani. Lavorate per un ambiente imprenditoriale nel quale gli imprenditori sono la forza dietro ad un’economia e ad una società in cambiamento.”

Psight come Audace e Visionario:

In questo contesto si inseriscono i progetti presentati dall’Osservatorio ADR come Audaci e Visionari, tra i quali rientra Psight.

Camilla Esercizio, co-fondatrice di Psight e Psicologa, spiega: “Nel mondo dell’innovazione sociale, ci proponiamo come soluzione ai blocchi delle strutture intermedie che limitano le persone nell’accesso alla psicologia e al benessere mentale.”

A dispetto delle radicate convinzioni di alcuni psicologi su setting prestabiliti ed iter ed orari fissi delle sedute, Psight si fa esempio di buona pratica per abbattere gli accessi complicati, aiutare le persone nel momento in cui ne hanno bisogno, con un servizio immediato, a porte aperte, senza necessità di prenotazione.

Pensiamo che le lunghe attese per un appuntamento, possano essere motivo di ripensamento. I numeri nazionali parlano del disagio psicologico come sempre più diffuso e la ricerca di aiuto non segue il trend, anzi spesso si rivolge a figure non professionali che non hanno gli strumenti per rispondere al disagio psicologico in modo adeguato, nè sanno riconoscerlo. Siamo l’alternativa a terapie lunghe e costose che non sempre servono e quando non servono, l’alternativa non c’è.

La psicologia ha ancora un grosso limite nel raggiungere il pubblico e sappiamo che aprire le porte per far conoscere le sue modalità e la sua efficacia nel trattamento di disagi più o meno profondi, sia il miglior modo di abbattere i pregiudizi di chi ci vede come cura lunga per i matti e non sa dove recarsi per gestire lo stress che origina la sua gastrite.  

Abbiamo avuto modo in questo meeting di raccontare come queste intuizioni ci allontanassero, secondo l’immaginario comune e dei colleghi, dalla tradizione della psicologia, dalla sue regole e dal suo codice deontologico.

Ma ne siamo usciti vincenti, nel vero senso della parola, perché l’Ordine degli Psicologi della Lombardia ci ha premiato come Best Practice, come miglior progetto di innovazione di servizio degli ultimi anni. 

È stato un bel confronto con le esperienze degli altri ordini categoriali, avvocati, architetti e mediatori che condividono l’importanza di una formazione teorica e tecnica severa, ma mirano anche ad un’innovazione di declinazione di servizio che sia davvero a servizio del cittadino, della persona, del sociale e dell’economia. 

 

Ecco alcuni link di approfondimento:

Osservatorio ADR

Meeting Audaci e Visionari – sbarca a Milano – 22/05 su Radio Radicale

Libro “Audaci e Visionari” – Ray Smilor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *